Corte di Cassazione, III Sezione Penale, Procedimento nei confronti di Carola Rackete, n. 6626, del 20 febbraio 2020 (ud. 16 gennaio 2020)

20/02/2020

La terza Sezione penale della Corte di Cassazione respinge il ricorso della Procura di Agrigento avverso l’ordinanza con cui il GIP presso il medesimo Tribunale aveva deciso di non convalidare l’arresto di Carola Rackete, comandante della nave Sea Watch 3, che, nonostante il divieto di ingresso oppostole dalle autorità italiane, il 26 giugno 2019 era entrata nelle acque territoriali italiane e poi nel porto di Lampedusa per sbarcare i migranti soccorsi in mare nei giorni precedenti. La Corte di Cassazione riconosce che Carola Rakete lo sbarco dei migranti in un luogo sicuro è parte integrante dell’obbligo di soccorso in mare.

Questo atto fa parte di:

Procedimento nei confronti di Carola Rackete, Ordinanza sulla richiesta di convalida di arresto e di applicazione della misura cautelare del 2 luglio 20219

Atti giudiziari dello stesso caso:

Procedimento nei confronti di Carola Rackete, Ordinanza sulla richiesta di convalida di arresto e di applicazione della misura cautelare del 2 luglio 20219

Atti giudiziari correlati per parola chiave:

Secono atto parte di Lorem ipsum
Procedimento nei confronti di Carola Rackete, Ordinanza sulla richiesta di convalida di arresto e di applicazione della misura cautelare del 2 luglio 20219

Comitato per il diritto al soccorso